Venerdì prossimo gli 800 lavoratori di Uccmb (Unicredit credit management bank) sciopereranno per tutta la giornata per protestare contro l’imminente cessione della società di recupero crediti di Unicredit ad alcuni fondi esteri. Lo comunica la Fabi in una nota, precisando che sono previste manifestazioni e sit in davanti alle principali sedi del gruppo. “La nostra preoccupazione è che dietro questa operazione di cessione si nascondano interessi speculativi, che non porteranno a un rilancio della società ma semplicemente a un suo impoverimento, con impatti fortemente negativi sui lavoratori e sulla clientela”, ha dichiarato Maura Facciolongo, responsabile sindacale aziendale Fabi in Uccmb.