Un’ora dopo la mezzanotte del 4 maggio un gruppo di NoTav si è presentato davanti al cantiere dell’alta velocità di Chiomonte (Torino). Un video pubblicato e rilanciato da vari siti vicini al movimento mostra l’azione degli attivisti. Si vede una mezza dozzina di persone coperte da cappucci e giacche nere, anche le voci sono state cancellate, che lanciano dei piccoli fuochi d’artificio all’interno del cantiere. Per farlo utilizzano anche un di tubo di plastica come rampa di lancio per i fischioni. Secondo quanto riportato dalla Polizia non ci sono stati danni al cantiere. Sempre nel comunicato della questura si legge che nella notte sono stati ritrovati, sulle strade limitrofe, diversi chiodi a quattro punte. Intanto ieri sera il movimento NoTav in assemblea ha deciso che il 13 maggio ci sarà una marcia notturna al cantiere. La scelta del giorno non è casuale infatti, la stessa notte, un anno fa, ci fu l’assalto al cantiere che portò all’incendio di un compressore. Per i fatti di quella notte la procura ha ipotizzato i reati di terrorismo ed eversione che hanno portato, a dicembre, all’arresto quattro attivisti. Questi si trovano tutt’ora in regime di carcere duro. Il 22 maggio è previsto l’inizio del processo  (immagini tratte da notav.info montaggio di Cosimo Caridi)