“Passa la squadra che ha meritato di meno. Non c’è stato un episodio a nostro favore in 180 minuti. Ma sopratutto il Benfica ha fatto tanto ostruzionismo e l’arbitro colpevolmente glielo ha permesso. Si è giocato solo 49 minuti effettivi”. E’ piena di rimpianti l’analisi dell’allenatore della JuventusAntonio Conte. E non potrebbe essere altrimenti dopo lo 0-0 col Benfica, che preclude l’accesso alla finale di Europa League. “Abbiamo dato – ha spiegato Conte – tutto quello che avevamo. E’ stata una stagione esaltante e faticosa, siamo arrivati fino in fondo anche in Europa. Usciamo a testa alta. Ma queste partite sono partite al limite e il Benfica ha fatto solo ostruzione, si e’ giocato appena 45 minuti contro i classici 60-65, per non parlare del recupero che e’ stata una presa in giro. Inoltre c’era un rigore netto per noi. L’arbitro non è stato all’altezza