“Affrontare la situazione dell’Ilva ed essere in grado di coniugare il diritto al lavoro con il diritto alla salute credo che sia il problema di tutti”. Cosi il numero della Fiom-Cgil Maurizio Landini oggi a Taranto per il primo maggio. “Credo che sia utile provare a evitare contrapposizioni che sono servite solo ai Riva e a non risolvere i problemi”. “E’ importante – ha concluso – riaprire una discussione che provi a costruire un rapporto stretto tra i lavoratori e la città per cambiare e vincere questa battaglia per la difesa del lavoro e per la difesa della salute della persone dentro la fabbrica e fuori della fabbrica”  di Stefano Spinelli