Peaches Geldof, figlia del cantante irlandese Bob Geldof, sarebbe morta per overdose di eroina, come sua madre Paula Yates nel 2000. Lo riferisce il quotidiano britannico The Times. Peaches, ex modella, giornalista e presentatrice televisiva, è stata trovata morta lo scorso 7 aprile all’età di 25 anni. Ma l’autopsia non aveva chiarito le cause del decesso. Ora però l’ispettore capo Paolo Fotheringham ha annunciato che i test tossicologici hanno dimostrato successivamente che la giovane donna è morta per overdose di eroina, dice il quotidiano, mettendo in evidenza il “tragico parallelismo” con la morte di sua madre Paula, anche lei presentatrice della televisione britannica, morta di overdose nel 2000 all’età di 41 anni. Peaches era stata trovata morta nella sua casa di campagna nel Kent dove era con il figlio di 11 mesi.

Il contraccolpo di quel lutto del 2000, come la stessa Peaches ha raccontato recentemente, si era fatto sentire solo più in là negli anni, quando non era più una adolescente problematica ma una giovane donna alle prese con i fantasmi di un’eredità pesante. Il marito di Peaches, Thomas Cohen, aveva trascorso la notte fuori con il bimbo più grande di 23 mesi. Quando la figlia del musicista irlandese ideatore di Live Aid è stata trovata morta, il marito aveva chiesto a un amico di controllare la casa nel Kent, a sud est dell’Inghilterra, dopo che la moglie non gli rispondeva al telefono.