Aldrovandi è morto di infarto per essere stato tenuto in una certa posizione, lo dice la sentenza. E’ una tragedia famigliare, ma mi sembra un po’ che sia come il caso di un incidente stradale“. Sono le parole pronunciate dal senatore Ncd Carlo Giovanardi ai microfoni de “La Zanzara”, su Radio24. Il parlamentare difende a spada tratta i quattro agenti condannati e ribadisce: “C’è una vittima ma anche quattro persone che hanno la vita completamente rovinata di cui si chiede la radiazione. Si sono comportati come i carabinieri che hanno fermato Preiti davanti a Palazzo Chigi. Lo hanno immobilizzato come previsto dai manuali, la stessa posizione utilizzata dai poliziotti di Ferrara condannati per quello”. E aggiunge: “Come non si fa a non sentirsi vicino ai poliziotti condannati per la morte di Aldrovandi? Sono persone che hanno avuto la vita rovinata, le famiglie rovinate, danni economici giganteschi e li hanno tenuti in carcere illegalmente per sei mesi“. Attacco frontale alla mamma di Federico, Patrizia Moretti: “La madre sbaglia e insulta gli agenti, alimenta la solidarietà tra gli agenti, quello che è successo l’altro giorno con l’applauso dei poliziotti. Erano centinaia ad applaudire. Quegli agenti non sono né assassini, né delinquenti. Non ci si deve meravigliare che i poliziotti oggi siano esasperati: in ogni situazione come quella, come con Riccardo Magherini e Stefano Cucchi, si muove una lobby contro di lorodi Gisella Ruccia