Un gruppo di militanti di Fratelli d’Italia ha manifestato davanti Palazzo Chigi, a Roma, a pochi minuti dall’avvio del Consiglio dei Ministri, per protestare contro il Decreto Legge sulle tossicodipendenze che sostituisce la Fini-Giovanardi (cancellata dalla Corte Costituzionale) che oggi ha ricevuto il via libera finale alla Camera. Obiettivo dei sei militanti del partito guidato da Giorgia Meloni, che alzavano cartelli con scritto “Renzi tutto fumo, niente lavoro”, era consegnare un grande spinello di carta al premier Matteo Renzi, ma la sicurezza della piazza ne ha impedito l’ingresso perché in Piazza Colonna non sono consentite manifestazione. “Vogliamo che la cannabis – ha spiegato Chiara Colosimo, consigliere alla Regione Lazio di Fdi – sia equiparata alla cocaina e non a questa porcata. Vogliamo portare questa canna a Renzi, che magari la farà fumare ai suoi figli”. Alla richiesta delle forze dell’ordine di mostrare i documenti, uno dei manifestanti si è rifiutato tentando di scappare. Fermato dai poliziotti, subito dopo si è scatenato un parapiglia con attimi di tensione in piazza  di Manolo Lanaro