Imprendibile, inarrivabile, esageratamente più veloce rispetto al resto dei piloti della MotoGp. Marc Marquez si prende la pole position anche nel gran premio dell’Argentina rifilando 742 millesimi a Jorge Lorenzo, tornato su prestazioni di primissimo livello dopo le gravi difficoltà nei primi due appuntamenti della stagione. Il campioncino spagnolo incanta gli oltre 20mila spettatori giunti sul circuito di Termas de Rio Hondo fermando il cronometro a 1’38”227 in apertura di Q2, addirittura migliorato in un pazzesco 1’37”683 al secondo tentativo. Tempi clamorosi che celebrano il ritorno delle due ruote in Argentina a distanza di 15 anni dall’ultimo appuntamento sulla pista di Buenos Aires.

Tra gli umani, oltre al ritrovato Lorenzo su Yamaha, in prima fila ci sarà anche la Honda di Dani Pedrosa. Valentino Rossi, scontento dopo la prima giornata di prove, chiude in sesta posizione a oltre 2 secondi dal fenomeno spagnolo. E domani sarà tutta da testare la tenuta della sua Yamaha su una pista ancora poco gommata che già ieri ha messo a dura prova i pneumatici dei piloti. Sulla griglia di partenza, appena davanti al pilota italiano, ci saranno Aleix Espargaro – a lungo secondo nel corso delle qualifiche e primo tra le ‘open’ – e Andrea Dovizioso, migliore del terzetto tricolore completato dall’ottavo posto di Andrea Iannone.

Domani si scende in pista alle 19. Marquez sembra avere già tra le mani il terzo gran premio stagionale e un pezzo di motomondiale: “E’ tutto chiaro per domani – dice al termine delle qualifiche – Abbiamo un buon assetto e vedremo come si comporteranno le gomme su una pista così”. Dietro sarà battaglia vera e occhi puntati su Lorenzo, atteso al riscatto dopo il flop delle prime due gare stagionali.

Così la griglia di partenza:

1- Marc Marquez

2- Jorge Lorenzo

3- Dani Pedrosa

4- Espargaro Aleix

5- Dovizioso

6- Rossi

7- Smith

8- Iannone

9- Bradl

10- Bautista

11- Espargaro Paul

12- Hayden

Twitter: @AndreaTundo1