Tredici mila persone tutte vestite di bianco per una notte di musica elettronica. Queste le speranze e le stime ufficiose che accompagnano l’attesa della “Sensation Night 2014 – Into the wild” che si svolgerà all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (Bo), unica data italiana dell’evento, il 25 aprile dalle 22 alle 4 di mattina del giorno dopo. Un’autentica maratona di musica che coinvolgerà giovani e meno giovani, chi in gruppo, chi in coppia, che si sposterà indossando almeno camicia/giacca/maglia e pantaloni di colore bianco, pena il blocco in entrata da parte delle inflessibili bodyguard.

“Il format è nato 10 anni fa in Olanda”, ha spiegato l’organizzatore italiano Massimo Fregnani, un passato da studente Dams a Bologna, “e l’abbiamo portato in Italia l’anno scorso sempre a Casalecchio registrando oltre 14mila presenze. E’ una scommessa vinta sotto molti punti di vista: prima di tutto in quello ‘culturale’ visto che c’è stata una sorta di pregiudizio per molti anni, tramutatasi in vera e propria barriera, verso la musica elettronica e house”.

Nel 2000 ad Amsterdam i fratelli Miles e Duncan Stutterheim, animatori di party house e gabber, fondano la società ID&T, ma dopo pochi mesi Miles muore in un incidente d’auto. Leggenda vuole che in occasione di una festa in memoria del fratello scomparso, Duncan chieda ai suoi ospiti di presentarsi all’evento vestiti di bianco, dando vita al dress-code che tutt’ora caratterizza Sensation e che coinvolgerà milioni di persone nel mondo dal 2001, allargandosi sempre più nazione dopo nazione, continente dopo continente. Quest’anno, tanto per gradire, l’Italia con la data dell’Unipol Arena aprirà la stagione delle Sensation Night nel mondo: solo il 7 giugno ci sarà la replica a San Pietroburgo e il 5 luglio nella “patria madre”, Amsterdam.

“Il riscontro ottenuto in termini di affluenza, organizzazione e sicurezza del 2013 ha sottolineato ancora una volta il ruolo determinante dell’evento musicale in termini sociali e culturali”, continua Fregnani, “Sensation è un evento che fa della sicurezza prima e dopo la musica il primo obiettivo”. Difficile, se non impossibile, entrare nell’enorme arena, che verrà riempita di scenografie semoventi, spettacoli di luce, effetti pirotecnici, fontane di acqua e grovigli di fuoco, danze di ballerini e acrobati, senza un biglietto precedentemente acquistato online. E ancor più importante dentro allo spazio indoor per le consumazioni verranno usati gettoni prepagati (token) per non far girare denaro contante che verrà lasciato nelle tasche delle giacche o nelle borse depositati nel guardaroba in entrata. “Invitiamo i ragazzi a venire con i mezzi pubblici che per il 25 aprile verranno potenziati”, conclude l’organizzatore, “inoltre per la sicurezza dei partecipanti all’uscita verrà effettuato a tutti un alcool test”.

Cinque i dj che si alterneranno alla consolle: Mr. White – dj resident -, Oliver Heldens, Hardwell – incoronato nel 2013 miglior dj al mondo – Dyro e le bellissime gemelle Nervo che chiuderanno l’edizione 2014. Biglietti ancora disponibili nei circuiti autorizzati sia ‘regular’ a 75 euro che ‘deluxe’ a 140 euro con per entrambi 10 euro di prevendita. Parte del ricavato, 50 cent a biglietto, verrà devoluto all’iniziativa di restauro del portico di San Luca a Bologna, Un Passo per San Luca.