L’Autorità di Regolazione dei Trasporti ha pubblicato sul proprio sito Internet il documento con i quesiti regolatori alla base della consultazione prevista nella delibera n. 16 del 6 marzo scorso, con cui è stato avviato un procedimento sul tema dell’accesso equo e non discriminatorio alle infrastrutture ferroviarie. I soggetti interessati hanno 30 giorni di tempo per esprimere, in forma scritta, loro opinioni e commenti puntuali sui quesiti regolatori contenuti nel documento di consultazione.

All’esito della consultazione, l’Autorità procederà all’adozione delle specifiche misure di regolazione, necessarie a garantire condizioni di accesso equo e non discriminatorio alle infrastrutture ferroviarie, ivi comprese le tematiche concernenti il Prospetto Informativo della Rete. Le questioni sottoposte a consultazione saranno oggetto anche di un’audizione fissata per l’8 maggio a Torino, presso la sede dell’Autorità. Ad essa prenderanno parte il gestore dell’infrastruttura Rfi, le 34 imprese di trasporto ferroviario passeggeri e merci operanti in Italia, le loro Associazioni di categoria, le Direzioni Generali competenti del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano.

Prima dell’adozione delle misure finali, l’Autorità ascolterà le Associazioni a tutela dei diritti dei passeggeri e degli utenti del settore del trasporto ferroviario. L’insieme delle attività descritte è conseguente all’indagine conoscitiva sull’accesso alle infrastrutture ferroviarie, intrapresa dall’Autorità con delibera n. 7 del 16 gennaio 20141 e tuttora in corso.