Ritornano i braccialetti bianchi di “Riparte il futuro“, la campagna di Libera, Gruppo Abele ed altre associazioni sui temi della corruzione e della trasparenza politica. Stavolta l’appello è rivolto ai candidati nelle prossime elezioni amministrative ed europee. “Chiediamo loro di essere trasparenti – spiega Enrico Fontana, giornalista e segretario nazionale di Libera in conferenza a Roma – e prendere un impegno preciso: far nascere un intergruppo contro corruzione e criminalità organizzata“. Al Senato, intanto, si avvicina il voto sulla legge contro il voto di scambio, una delle battaglie di “Riparte il futuro“. “Il nostro giudizio nel complesso è positivo – afferma Fontana – ma c’è un errore in questa legge: quello relativo alla riduzione delle pene. Chiediamo al governo di correggere questo errore e inasprire le sanzioni per i reati di mafia”  di Tommaso Rodano