Lo 1°  febbraio scorso Benjamin, un giovane nigeriano,  sventò uno scippo in pieno centro a Napoli nell’indifferenza generale. Oggi il sito del quotidiano Il Mattino racconta che questa storia di generosità ha un lieto fine. Benjamin, che fino a poco tempo fa era costretto a chiedere l’elemosina, ha già un lavoro almeno fino a settembre con la società Gesac che gestisce l’aeroporto del capoluogo campano. Farà da supporto del settore che si occupa di presidiare la viabilità esterna all’aeroporto. Benjamin che non parla ancora perfettamente italiano però si è integrato con il gruppo di lavoro e presto comincerà a frequentare anche un corso. 

Lo straniero, adottato anche da una squadra di calcio Afro-Napoli United, spiegò il suo gesto così: “L’ho fermato perché quando vedo qualcuno che prova a rubare quello che non è suo non riesco a stare fermo a guardare. Lì c’erano molti testimoni e io gli dicevo di chiamare la Polizia, ma nessuno lo faceva e alla fine il ladro è riuscito a scappare (poco dopo il malvivente è stato comunque arrestato, ndr). In Nigeria queste cose non succedono: da noi se c’è un ladro lo si rincorre e lo si consegna alla polizia”. “In Italia mi è capitato più volte di vedere scippi senza che la gente intervenga. Non è giusto: si dà ai ladri il potere di rubare ancora”.