C’è chi pensa che Berlusconi non abbia alcun bisogno di essere riabilitato, e chi crede che sarà il condannato a scegliere dove svolgere l’eventuale servizio sociale. A Milano per l’apertura della campagna elettorale per le europee di Forza Italia, il popolo di Silvio dice la sua sulla pena alternativa all’anno di domiciliari che Berlusconi si è guadagnato con la condanna definitiva per il processo sui diritti tv. “Una fondazione a lui vicina”, dicono alcuni. “Meglio don Mazzi, che si è reso disponibile. Ma anche don Rigoldi“, rispondono altri. Qualcuno, fin troppo sincero, se la cava così: “Ovunque andrà avrà venti camerieri“. E poi c’è un giovane dei club Forza Silvio, che nonostante tutto ci crede ancora. Cravatta dal nodo ampio, eloquio da casting ad Arcore, poco più di vent’anni e nessun dubbio: “FI è il migliore dei partiti e Berlusconi incarna ancora il sogno di un’Italia migliore”  di Francesca Martelli e Alessandro Madron