“Questa è l’Italia: la Lanzetta con il bilancio del suo Comune in dissesto fa il ministro e io vengo mandato a casa. L’Italia deve cambiare perché queste sono ingiustizie”. Intervistato a Reggio Calabria dal direttore di Panorama Giorgio Mulé, l’ormai ex governatore Giuseppe Scopelliti attacca il ministro degli affari regionali Maria Carmela Lanzetta. A pochi giorni dalla sua condanna a sei anni di carcere per abuso d’ufficio e falso in atto pubblico, Scopelliti lancia segnali al governo e al leader del suo partito, il Nuovo Centrodestra di Angelino Alfano: “Non può fare il ministro una donna che ha portato il suo Comune al dissesto. Renzi non si può girare dall’altra. Così come non si può girare dall’altra parte Alfano e tutto il centrodestra”. E sulla sua probabile candidatura alle elezioni europee, l’ex governatore prende tempo: “Non mi sento di sostenere una campagna elettorale. Ne riparliamo la prossima settimana. Ad Angelino Alfano ho chiesto soltanto di tutelare me e la mia famiglia”  di Lucio Musolino