“Il decreto sul lavoro non si tocca”. Maurizio Lupi, ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti, entrando al Congresso Nazionale della Fillea Cgil a Roma, si mostra disposto “ad ascoltare tutti” ma, chiarisce che “sul decreto Poletti non si scherza“. “Il presidente del Consiglio è stato chiaro e – ribadisce Lupi –  lo siamo ancora di più noi del Nuovo Centrodestra quel decreto è frutto di un accordo fatto alla nascita del Governo e ha un unico obiettivo: constatare il fallimento della legge Fornero, constatare che la disoccupazione purtroppo è arrivata al 13% e quindi dare opportunità di lavoro ai giovani, a chi l’ha perso”.  Il ministro poi si lascia andare a un sorriso quando sente alcune persone che ululano alle spalle dei giornalisti. “Eventualmente – dice – si migliora nella direzione del decreto, ma se si pensa di tornare indietro si fa un errore”. E definisce coerente il premier Matteo Renzi. “Sul fattore tempo – dice – sta giocando la partita vera”  di Paola Mentuccia