“Più Italia in Europa, meno Europa in Italia”. Questo lo slogan scelto da Forza Italia per le elezioni europee del 25 maggio. Il partito azzurro ha messo online sul proprio sito le parole d’ordine per corsa a Bruxelles, insieme al simbolo. Sotto il logo tradizionale tricolore di Forza Italia, la scritta “Berlusconi” in maiuscolo e caratteri azzurri. Silvio Berlusconi non può candidarsi alle elezioni europee per il doppio effetto della legge Severino sull’incandidabilità dei condannati e per l’interdizione dai pubblici uffici inflitta a Berlusconi, sempre nel processo sui diritti tv Mediaset che ha sancito la colpevolezza dell’ex premier per frode fiscale.

Da qui la “necessità”, per il partito, di fare in modo che il nome del leader possa comparire lo stesso sulla scheda elettorale. Nelle scose settimane si è discusso della possibile candidatura di una delle figlie di Berlusconi, Marina o Barbara. E, appunto, che il nome potesse essere inserito, se non in lista, almeno nel simbolo.

“Oggi non rispondo”. Così Barbara Berlusconi, durante la presentazione della nuova sede del Milan a Milano, ha replicato a chi le chiedeva di una sua eventuale candidatura alle prossime elezioni europee. “Mi scuso ma oggi abbiamo deciso di dedicare la giornata al Milan. Da domani – ha aggiunto – sarò disponibile a rispondere a questo tipo di domande”.

Il senatore Vincenzo Gibiino, membro del consiglio di presidenza di Forza Italia, spiega in una nota che “il nostro movimento e Silvio Berlusconi, binomio inscindibile, sono e saranno faro di libertà e democrazia, in Italia e nell’Unione”.