Dopo il botta e risposta con il presidente Piero Grasso, dai microfoni di Rtl il primo ministro torna sul pacchetto di riforme a cominciare da quella di Palazzo Madama. “Il Senato deve essere gratis e i componenti, sindaci e presidenti di regione, non devono essere eletti”, spiega Matteo Renzi che aggiunge: “L’Aula non deve votare la  fiducia né le leggi di bilancio”. Sul fatto che alcuni deputati democratici sarebbero pronti a votare ‘no’ al suo testo, il premier picchia duro: “Sono curioso di capire come faranno a difendere i privilegi della politica in un momento di crisi e di vedere con che faccia andranno a fare la campagna elettorale”. E poi aggiunge: “Ai miei colleghi vorrei ricordare che questa proposta è stata votata dagli elettori democratici alle primarie dello scorso dicembre e dalla direzione del Pd”. Poi l’ultimatum: “O facciamo le riforme o non ha senso gente come me al governo”