È sbagliato escludere la Russia dal G8 perché “Putin è un uomo che ha seminato una buona dose di democrazia” nel suo Paese. Dopo la difesa spassionata di Silvio Berlusconi per lo storico amico, presidente della Russia, è la volta del cantante Al Bano, ospite di ‘Le invasioni barbariche‘ su La7. E le Pussy Riot? gli chiede la conduttrice Daria Bagnardi. “Con tutti gli spazi che ci sono dovevano proprio spogliarsi in chiesa?”, risponde Al Bano. Una provocazione, aggiunge, per la quale “bisogna aver rispetto, non è un luogo … due anni di carcere vanno bene”. Dieci giorni fa aveva suscitato curiosità la presa posizione di un altro cantante Riccardo Fogli in concerto a Sebastopoli. “Aria di festa. Sembra la festa del 1° maggio” aveva detto ricevendo le critiche anche di Roby Facchinetti