Niente dividendi per Fininvest, non da Mondadori. I conti in rosso della casa editrice di Marina Berlusconi non lasciano dubbi: un rosso da 185 milioni di euro. Così dice il bilancio 2013, presentato oggi a Segrate. “Certo, il nostro obiettivo è tornare a dare dividendi per i nostri azionisti”, garantisce l’amministratore delegato Ernesto Mauri, che però prende tempo: “Non esiste un’azienda che dopo due anni durissimi per l’editoria riparte così”, e aggiunge: “Non vendiamo mica la polverina bianca”. Fininvest, la casa madre della famiglia Berlusconi che controlla anche Mediaset e Milan, ha debiti per 1,5 miliardi di euro con le banche, e nel 2012 segnava un rosso di gruppo di oltre 280 milioni. “Ma quello che interessa all’azionista”, spiega ancora Mauri, “è un trend in crescita, che sarà positivo già da quest’anno”. E dopo due anni di conti in rosso, tagli e ristrutturazioni, a Segrate l’hashtag lo lancia l’ad: “#marinastaiserena  di Franz Baraggino