Giancarlo Galan è sicuro: “Il leader farà campagna elettorale anche dai domiciliari, via radio”. Sul pronunciamento della Cassazione, che ha confermato l’interdizione di Silvio Berlusconi dai pubblici uffici come pena accessoria alla condanna per frode fiscale, il parlamentare veneto è netto: “Un’attività giudiziaria per impedirgli anche di parlare, ma io lo candiderei comunque alle Europee”. Però la legge non lo consente e allora spazio alle figlie Marina e Barbara. Daniela Santanchè invece ce l’ha con il suo partito: “Basta con il silenzio di Forza Italia di fronte a un disegno politico della magistratura”  di Manolo Lanaro