“Non credo che pagheremo un prezzo per aver espulso alcuni dei nostri. Anzi, a livello elettorale credo che alla fine pagherà”. La pensa così il senatore del M5S Nicola Morra, a Milano per l’Expo Tour dei pentastellati al quale ha preso parte anche Beppe Grillo. “Noi abbiamo fatto quello che gli altri non fanno”, argomenta Morra, che cita l’esempio del Pd Giuseppe Civati: “Dice di aver dato a Renzi una fiducia sfiduciata. Siamo all’assurdo”. E conclude: “Il Movimento non è perfetto. Ci sono cose da oliare, e ci vorranno mesi, forse anni. Ma andava allontanato chi sistematicamente rovinava il progetto al quale tutti lavoriamo”. Sulla sospensione dello streaming durante un’assemblea dei cinquestelle al Senato risponde invece l’ex capogruppo a Palazzo Madama Vito Crimi: “Quando è chiaro che qualcuno utilizza lo streaming in modo strumentale per fare polemica, bisogna impedirlo”. Il riferimento è al senatore M5S Bartolomeo Pepe, scagliatosi contro altri colleghi per la sua esclusione dalle nomine nella commissione sulle ecomafie. Particolarmente dura la polemica tra lo stesso Pepe e il deputato Roberto Fico, che oggi a Milano taglia corto: “Pepe? Non ho niente da chiarire con nessuno”  di Franz Baraggino, Francesca Martelli e Martina Castigliani