Semaforo rosso per le quote rosa nella Legge elettorale, almeno per ora. La bocciatura dell’emendamento – motivata forse piu’ da interessi politici che da ragioni di principio – fa riemergere la dialettica fra le opposte ragioni in tema di parità di genere. “Non serve un’imposizione per legge, ma un cambiamento nella società”, dichiarano alcuni. “In attesa del cambiamento sociale è necessaria una legge che forzi la mano a tutela delle donne”, replicano altri. E poi c’è la questione della nuova Legge elettorale. Ha senso fissare le quote rosa al cinquanta per cento mantenendo le liste bloccate? Non sarebbe piu’ opportuno consentire di scegliere, anche tra uomini e donne, con le preferenze o i collegi uninominali? Abbiamo chiesto un’opinione ai cittadini in strada e ora la chiediamo a voi. Siete favorevoli o contrari alle quote rosa nelle liste? Dite la vostra nei commenti e votando la risposta che vi convince di piu’  di Piero Ricca, riprese Ricky Farina