Questo il commento in sala stampa di Montecitorio di Giuseppe Civati (deputato Pd) alla bocciatura dell’Aula di Montecitorio degli emendamenti che introducevano le ‘quote rosa’ nell’Italicum: “Sono esterrefatto, tiene l’accordo Renzi-Berlusconi sparisce il Partito democratico”. “Il Pd sta votando una legge tutta contro il suo programma elettorale, su questo tema – afferma Civati -, sul conflitto d’interesse votato alla chetichella intorno a mezzanotte, sulle candidature multiple, c’è una scarsa conoscibilità tra elettore ed eletto, tutte cose sulle quali avevamo giurato sulla testa dei nostri elettori, poverini, di non fare. Il Pd si è spaccato dando uno spettacolo indecoroso. Io mi mortifico e chiedo scusa agli elettori anche a nome degli altri”. Poi critica anche il M5S: ” Continuano a non votare niente e il risultato è sempre quello, io spero che lì qualcuno capirà che se di là c’è il muro e dall’altra parte c’è Berlusconi, qualcuno dei nostri è portato a parlare con Berlusconi”. Poi Civati torna sul partito: “Sentir dire ‘il conflitto d’interesse lo facciamo la prossima volta sennò salta il patto con Berlusconi’, capite che ogni giorno ha la sua croce abbastanza pesante da portare”  di Manolo Lanaro