“Al Senato dovrà essere cambiato qualcosa, è emerso nel dibattito. Capisco gli accordi e che Silvio Berlusconi sia affezionato ad alcuni punti, ma dovrà farsene una ragione pure lui. Se non c’è una spinta sulle regole, alla parità di genere non ci arriveremo mai”. Parola dell’ex segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, intervistato da Agorà (RaiTre) a proposito della legge elettorale e delle polemiche sulla bocciatura degli emendamenti sulle quote rosa. “La questione della parità nel meccanismo elettorale –  ha poi aggiunto – non è una tecnicalità che riguarda i collegi, ma un problema di fondo che riguarda la civiltà del Paese”. Bersani ha parlato anche dell’incontro tra il B. e Renzi avvenuto nella sede del Pd al Nazareno, proprio per la messa a punto delle linee guida della nuova legge elettorale. “Se lo avessi fatto io – ha sottolineato l’ex numero uno del partito – sarebbero venute giù le cateratte“. Chiaro il commento sul segretario del Pd e presidente del Consiglio: “Capisco che – dice Bersani – anche per indurre un meccanismo di fiducia e di movida in questo Paese Renzi alza le aspettative, ma è una cosa che comporta dei rischi