Nata nel centro europeo di design della Hyundai, a Rüsselsheim, in Germania, la concept Intrado è uno degli esercizio di stile che debuttano al Salone di Ginevra 2014. È importante perché è il primo progetto interamente seguito dal tedesco Peter Schryer, capo dello Stile della Kia dal 2006 e, dall’anno scorso, anche della Hyundai, e dunque permette di intuire quale futuro attende il marchio. A prima vista, pare che il design della Hyundai evolverà verso forme più scolpite e superfici più semplici. La linea esterna della Intrado, stando alla Casa, dovrebbe rispecchiare l’efficienza aerodinamica. L’alimentazione della concept è a idrogeno: tramite le fuel cell viene trasformato in corrente elettrica.

 
Hyundai Intrado concept – la scheda

Che cos’è: è uno studio di crossover compatta a idrogeno, disegnata dal centro europeo di designer della Hyundai sotto la guida del capo dello Stile di Hyundai e Kia, Peter Schreyer
Che cosa anticipa: nessun modello in particolare. Interpreta la mobilità del prossimo futuro seconda la Casa coreana
Debutto: Salone di Ginevra 2014
Che cosa significa il nome: Intrado richiama l’aeronautica. Il termine “intradosso”, infatti, si riferisce alla parte inferiore dell’ala dell’aereo
Caratteristiche tecniche: elettrica fuel cell a idrogeno, costruita con materiali ultraleggeri. Il sistema propulsive è più compatto ed efficiente di quello attualmente montato su Suv a idrogeno ix35 Fuel Cell, già in circolazione in alcune città europee. Gli unici dati ufficiali sono la capacità delle batterie (36 kWh) e un’autonomia stimata in 600 km
Quanto è vicina alla produzione: poco. Anche se il comunicato delle Casa recita: “Lungi dall’essere un puro esercizio di stile, il progetto si fonda su una riflessione profonda sulle esigenze del consumatore del terzo millennio”, per ora è difficile vedere un’evoluzione produttiva a breve termine della Intrado