Un 8 marzo di lotta “per ridare dignità storica e verità di classe” alla ricorrenza. Questa mattina un gruppo di donne del Movimento femminista proletario rivoluzionario hanno manifestato sotto al Pirellone a Milano, distribuendo volantini e scandendo slogan, per affermare quello che, secondo loro, dovrebbe essere il vero spirito della causa femminista “contro stupri, femminicidi e contro tutti gli attacchi ideologici e pratici alla condizione di vita e lavoro delle donne”. Un modo “per dire No alle frasi ipocrite dei rappresentanti istituzionali e conquistare risultati concreti”, sostengono  di Alessandro Madron