La regina d’Europa è francese. Peugeot 308 ha sbaragliato la concorrenza e ha conquistato il titolo di Auto dell’anno 2014. La compatta della Casa del Leone ha battuto la concorrenza di due macchine innovative ed ecologiche come la Bmw i3 e la Tesla Model S, rispettivamente seconda e terza. Netto il successo dell’auto transalpina, che però, almeno in Italia, non ha avuto la stessa eco della quale ha goduto nel 2013 la Volkswagen Golf, complice anche la mano del designer Walter de Silva nella creazione della tedesca. I 58 giurati, giornalisti specializzati nel settore automotive, provenienti da 22 Paesi, non hanno avuto dubbi sulla scelta della vincitrice, che si è aggiudicata la medaglia d’oro con 307 voti, staccando di molto la Bmw i3, che si è fermata a 223 preferenze.

I punti di forza che hanno portato alla vittoria la Peugeot 308 sono stati il prezzo accessibile, le soluzioni stilistiche e tecniche dell’abitacolo, spazioso e futuristico, grazie a dettagli come il volante piccolo e il quadro degli strumenti rialzato. Per la Casa francese è un nuovo successo che conferma la qualità delle sue auto del segmento C. Nel 2002, infatti, il premio di Auto dell’anno è stato vinto dalla Peugeot 307. La giuria, inoltre, con questo voto ha voluto premiare il nuovo pianale modulare del gruppo Psa, chiamato EMP2, già utilizzato sulla Citroën C4 Picasso, e che con la 308 esordisce in un’auto a marchio Peugeot. Per il secondo anno consecutivo, quindi, vince il premio un’auto tradizionale, visto che prima della Golf nel 2013, il titolo era stato conquistato dalle ecologiche Opel Ampera nel 2012 e Nissan Leaf nel 2011.

Tra le sette finaliste per il premio 2014, comunque, le elettriche i3 e Model S, con 223 e 216 punti hanno staccato le altre rivali, pur non potendo nulla contro la 308. Fuori dal podio, le altre sfidanti sono si sono date battaglia a distanza ravvicinata. Al quarto posto si è classificata Citroën C4 con 182 punti, seguita dalla Mazda 3 che ha chiuso con 180. Le ultime due posizioni hanno visto la Ŝkoda Octavia (172 punti) e come fanalino di coda la nuova Mercedes Classe S, che è stata premiata per il suo stile e le sue innovazioni arrivando tra le finaliste, ma ha avuto come limite il fatto di non essere un’automobile popolare. Dopo il successo, Peugeot punta già alla doppietta con il titolo World car of the year, l’equivalente americano dell’Auto dell’anno. Anche qui la 308 è tra le favorite, e si è piazzata tra le semifinaliste. Per il verdetto bisognerà aspettare il verdetto al Salone di New York, in programma dal 18 al 27 aprile 2014.