Per anni ha studiato come creare filtri contro contenuti pornografici online, ma è stato arrestato proprio con l’accusa di pedopornografia. Patrick Rock, 62 anni e consulente dei conservatori da tre decenni, ha rassegnato le dimissioni dopo essere stato interrogato dalla polizia. Gli agenti della National Crime Agency hanno perquisito i suoi computer negli uffici di Downing Street dove hanno trovato il materiale incriminato, che ha portato al suo arresto lo scorso 13 febbraio. “Il primo ministro conosceva Patrick da tanti anni e non si sarebbe mai aspettato una cosa del genere”, spiega al Daily Mail un amico del premier. 

David Cameron ha conosciuto Rock a metà degli anni Novanta, quando entrambi lavoravano per Michael Howard, allora Segretario di Stato per gli Affari Interni. Il primo ministro lo ha poi portato a Downing Street nel 2011. “La sera del 12 febbraio – ha spiegato un portavoce del premier – Downing Street è stata informata dei fatti, immediatamente riferiti alla National Crime Agency“. Il primo ministro, prosegue, “è stato subito informato e tenuto al corrente degli sviluppi. Patrick Rock è stato arrestato a casa all’alba del 13 febbraio, poche ore dopo la comunicazione di Downing Street”. Poi sono stati perquisiti i suoi computer. “E’ un’inchiesta in corso – conclude il portavoce – quindi evitiamo ulteriori commenti, ma il primo ministro ritiene che la pedopornografia sia aberrante. Chiunque ne è accusato deve risponderne davanti alla legge”.