“Vorrei mandare a fare in culo tutti quelli che parlano male e a vanvera dell’Europa“. Così Mario Mauro, presidente dei Popolari per l’Italia ed ex ministro della Difesa del governo Letta, senza giri di parole commenta la guerra di Crimea nel suo intervento di questa mattina ad Agorà (Rai3). “Oggi che rischiamo la guerra per un rigurgito di nazionalismo – spiega Mauro – capiamo quanto è importante l’Europa. Oggi dobbiamo capire cosa possiamo fare nel referendum sull’Europa