Muoiono i poeti
muoiono di polmoni
muoiono ammazzati
si ammazzano da soli
perché sono disperati
muoiono di malattia
muoiono di nostalgia
muoiono i poeti
come tutti cristiani
muoiono bene
muoiono come i cani
muoiono odiando
muoiono innamorati
muoiono odiati
muoiono in guerra
muoiono in pace
muoiono combattendo
muoiono in fuga
muoiono fottendo
muoiono dimenticati
tra cosce bianche
e baci umidi
muoiono di fame
muoiono soli
muoiono bene accompagnati.
Che siano poeti di corte
quelli che dan via il culo
che siano poeti da trincea
poeti d’assalto
poeti sinceri
poeti fingitori
poeti drogati
strafatti di vino marcio
sfrattati e presi a calci in faccia
che siano poeti maledetti
che vestano di nero
o tutti colorati
muoiono i poeti.

Poi ci sono i poeti non-morti
quelli basta fagli saltare la testa.
Bisogna averci una discreta mira
e una buona pistola. 

Muoiono i poeti
e quando muoiono
la gente si ricorda di loro.
Però bravo
dice la gente
e magari va pure
alla feltrinelli
perché alla televisione
raccontano che è morto un poeta
e fa bello averlo sul comò. 

Poi ci siete voi
scrivete versi brutti e inutili
ma nessuno
ha il coraggio di dirvelo
perché fate paura. 

Muoiono i poeti. 

Io non è importante
me la spasso.