Lo scandalo rappresentato dal sottosegretario Gentile lo considero quasi un peccato veniale rispetto a quello mortale rappresentato dall’ipoteca che ha Silvio Berlusconi nel dicastero della Giustizia“. Nichi Vendola, nel corso della presentazione della nuova segretaria di Sel nella sede di via Arenula a Roma (“Costa meno rispetto alla sede precedente”, precisa il leader di Sel), attacca la squadra di governo di Matteo Renzi. “E’ grave e suscita indignazione – spiega Vendola – la nonchalance con cui si è sottovalutato il tema legato al sottosegretario, ma ci sono diversi esponenti del sottogoverno che presentato elementi di assoluta sgradevolezza dal punto di vista di un codice di etica pubblica. Mi pare che – prosegue – l’alleanza con i berlusconiani come Alfano e direttamente con il Caimano e Verdini è molto pesante per chi si proclamava portatore di un cambiamento radicale, lo spettacolo del sottogoverno puzza di trasformismo, una vera galleria di gattopardi”  di Manolo Lanaro