“Qualcuno mi ha detto ‘Ti è successo tante volte’. Ma alla fine non ci si abitua mai”. Così Emma Bonino (Partito Radicale) nel giorno della sua sostituzione al ministero degli Esteri con Federica Mogherini. Un palchetto montato a Piazza di Torre Argentina, nel centro di Roma, per ringraziare e salutare, insieme a Marco Pannella, cittadini ed elettori radicali. “Ho letto – spiega Bonino –  false ricostruzioni sui giornali. Non ho saputo della mia mancata riconferma dalla televisione. Ieri sera, poco prima delle ore 19, sono stata chiamata da Matteo Renzi. Mi ha spiegato – dice quasi commuovendosi – che non c’è niente di personale, ma è necessario il rinnovamento. Io ne ho preso atto”. Poi un breve accenno al suo lavoro in questi dieci mesi alla Farnesina: “Potete essere orgogliosi di aver avuto un ministro che si è impegnata al limite delle sue capacità”  di Annalisa Ausilio