“Avete frainteso le mie parole. Non ho parlato di voto fra un anno ma ho detto che dobbiamo sempre essere pronti alle elezioni, sia che capitino fra quattro o due anni”: Così Silvio Berlusconi all’uscita di Montecitorio dove ha incontrato i suoi parlamentari rispondendo a una domanda de ilfattoquotidiano.it. Nel corso della riunione le agenzie stampa avevano, infatti, pubblicato notizia che Berlusconi volesse andare a votare fra dodici mesi. “Abbiamo definito il perimetro dell’opposizione responsabile – spiega Paolo Romani capogruppo Fi al Senato – Se si dovesse andare al voto la coalizione di centrodestra comprenderebbe anche il partito di Alfano”. Sull’acceso scambio di battute fra i due partiti negli ultimi giorni (B. ha definito Ncd “Utili idioti della sinistra” Romani minimizza: “Sono solo liti fra cugini”. Sul perché Renzi abbia aggiunto anche la giustizia al suo programma subito dopo l’incontro con B. Giovanni Toti taglia corto: “Se lo sarà ricordato dopo”  di Annalisa Ausilio