Qualche giorno fa è scoppiato l’ennesimo pozzo da fracking in Pennsylvania, era della Chevron. E’ stato uno scoppio orribile con un lavoratore disperso che si presume morto, e con le fiamme che sono rimaste ad ardere incontrollate per ben cinque giorni.

Oggi i cittadini di Bobtown, nelle vicinanze del pozzo scoppiato, ricevono il loro premio per tutto quello che hanno sopportato – esalazioni, rumori, fiammate, paura: una pizza!

La Chevron manda infatti una lettera a tutti i cittadini. Dentro la busta un messaggio:

Chevron recognizes the effect this has had on the community. We value being a responsible member of this community and will continue to strive to achieve incident-free operations.  We are committed to taking action to safeguard our neighbors, our employees, our contractors and the environment. (La Chevron riconosce gli effetti che questo ha avuto nella comunità. Ci teniamo ad essere parte responsabile della comunita’ e continueremo a cercare di portare avanti operazioni senza incidenti. Ci prendiamo l’impegno di agire per la sicurezza dei nostri vicini, dei nostri impiegati e dell’ambiente)

E poi un buono sconto per andarsi a prendere la pizza a “Bobtown Pizza“.

Ti danno la pizza large ed una bottiglia di bevande gassate da due litri.
Ti inquinano l’aria e i polmoni ma ti riempiono la pancia.

Qui la lettera Chevron e il buono pizza e coca cola.

Qui le immagini dello scoppio della Pennsylvania dell’11 Febbraio (in cambio della pizza)