“Per protesta contro la staffetta Letta – Renzi, restituiamo le tessere elettorali. Tanto per il momento non ci servono”. Un gruppo di attivisti del Pd vicini a Pippo Civati contesta davanti la sede nazionale del partito a Roma quello che definiscono “un colpo di mano di Renzi”. “La soluzione migliore era quella di approvare la legge elettorale e andare al voto, gli uomini soli al comando sono deleteri”. “Dove è la differenza fra Letta e Renzi se la maggioranza è la stessa?”, si chiede un tesserato. “E’ una mossa che, oltre a far perdere voti al partito, non risolve i problemi del paese”. “Civati – spiega un membro del Pd – ha lanciato ieri la provocazione di creare il ‘nuovo centrosinistra‘ con dodici deputati. Tanti ci chiedono perchè restiamo ancora in questo partito, ma noi non vogliamo andar via, vogliamo cambiare il Pd dall’interno”  di Annalisa Ausilio