A nove anni dalla morte di Federico Aldrovandi, Ferrara torna in piazza per protestare contro il reintegro dei quattro agenti condannati per l’omicidio del diciottenne. Quasi tremila persone hanno sfilato per le vie della città al grido “via la divisa”. Tra loro la madre del ragazzo, Patrizia Moretti: “Le istituzioni hanno deciso per l’ingiustizia. Il reintegro è un segnale pericoloso perché significa che se ammazzi poi puoi tornare in servizio”. In prima fila con lei anche tanti familiari dei cosiddetti “morti di stato”, tra cui Ilaria Cucchi, Lucia Uva e Domenica Ferrulli  di Giulia Zaccariello