Falli in legno, vagine di peluche, video sul sesso. Preservativi, prima eiaculazione, masturbazione. Non siamo in un cinema hard, e nemmeno in un sexy shop. Siamo a scuola, elementare esattamente. A tutti quelli che hanno i pargoli tra i banchi nel confine italiano e stanno avendo un principio di tachicardia, do una buona notizia: siamo oltre le Alpi. Già, mentre da noi, 7 milioni di under 35 vivono ancora con mamma e papà, i bambini svizzeri sanno già tutto sul sesso. A 4 anni.

Nelle scuole elementari del Canton di Basilea, infatti, sono arrivate le sex box, delle vere e proprie scatole del piacere, a scopo educativo, ovviamente. Ai pupi da 4 a 6 anni sono destinate scatole piene di falli e vagine “giocattolose” per imparare l’anatomia del corpo umano. Per i fanciulli 6 a 10 anni, invece, ci sono lezioni sulla masturbazione, l’orientamento sessuale, i preservativi, la prima mestruazione e la prima eiaculazione. Gli adolescenti, infine, impareranno tutto sui vibratori, qual è la posizione migliore per fare sesso e come far raggiungere l’orgasmo a una ragazza (donne, state già pensando di emigrare in Svizzera?).

Lasciamo stare le facili polemiche. Il problema potrebbe sorgere quando i pargoli giocheranno con l’orsacchiotto Teddy e con l’oca Guendalina, vaglielo a spiegare che non possono accoppiarli, perché nascerebbe un misto tra il gobbo di Notre Dame e Shrek. Incesto!

Seguimi anche su www.sexandrome.it