“L’Agenzia di Protezione Civile dell’Emilia-Romagna ha comunicato che, a causa delle condizioni atmosferiche particolarmente avverse, esiste il rischio che il fiume Reno possa esondare”. Lo rileva in una nota il Comune di Bologna, che invita i cittadini fino a cessata emergenza “a non fermarsi sugli argini del fiume Reno e nelle zone allagabili; a portarsi in caso di esondazione ai piani alti degli edifici; ad evitare ogni situazione a rischio per gli animali”. Il Comune invita inoltre a rimuovere, “al fine di evitare danni, tutto ciò – veicoli, beni, oggetti e altro – che si trovi in luoghi esposti al rischio sia all’esterno sia all’interno degli edifici (ad esempio cortili, cantine e altro); a segnalare alle Forze di Polizia, Vigili del Fuoco, Bologna Soccorso 118 ogni situazione in cui possa essere posta a rischio l’incolumità delle persone”.

E’ stato attivato inoltre lo stato di attenzione in tutte le province della Regione, per pioggia, criticità idraulica ed idrogeologica, vento e stato del mare. Un’intensa perturbazione sta portando in queste ore in tutta la regione precipitazioni estese e abbondanti, che secondo le previsioni Arpa-Simc dureranno per le prossime 24-48 ore; i quantitativi maggiori, intorno ai 100 millimetri, sono previsti sulle aree appenniniche. Alle piogge sono associati venti, che in serata diverranno forti sui rilievi centro orientali e sulla costa, con raffiche comprese tra i 55 chilometri e i 65 chilometri all’ora.