Sono stati liberati e già arrivati in Italia i due operai italiani rapiti in Libia a gennaio. A renderlo noto il ministro degli Esteri, Emma Bonino. L’operazione che ha permesso la liberazione di Francesco Scalise e Luciano Gallo – si legge in una nota della Farnesina – è stata “frutto di attività congiunte tra autorità libiche e italiane”. Bonino esprime “grande gioia e soddisfazione”. E atterrati a Roma nel pomeriggio di venerdì con un Falcon 900.

 

I due operai edili erano stati sequestrati da un gruppo armato il 17 gennaio, nella zona della località Terna della Cirenaica. Si trovavano nel Paese nordafricano per eseguire dei lavori con la società General World, che si occupa della costruzione di grandi opere pubbliche.