Se sei appassionato di comunicazione, nuove tecnologie, scenario digitale e hai a cuore il patrimonio culturale, c’è un appuntamento che non puoi perdere. 
Dal 18 al 21 febbraio sbarca a Firenze Museums and the Web, la più importante conferenza internazionale dedicata al rapporto fra i luoghi della cultura e l’innovazione digitale.

Una comunità, quella di Museums and the Web, che dal 1997 riunisce i migliori professionisti mondiali del settore, e che ha avuto il merito, nel corso degli anni, di accendere la conversazione intorno a queste tematiche, rendendo disponibili online preziosissime risorse per i lavoratori museali, i tecnici, studenti e ricercatori.

L’appuntamento fiorentino si terrà nella spettacolare cornice di Palazzo Vecchio e avrà come titolo: “Open Museums and Smartcities: Storytelling and Connected Culture” con focus su strategie, strumenti e best practice per connettere il patrimonio culturale alle comunità delle ‘smartcities’ del futuro.
Dettagli e programma della conferenza sono disponibili sul sito, l’hashtag ufficiale è #MWF2014.

Sono davvero molti i protagonisti coinvolti provenienti un po’ da tutto il mondo, ma ci tengo a segnalare le numerose presentazioni di progetti italiani che sembrano davvero molto interessanti: è impossibile citarli tutti qui, ma non lasciatevi sfuggire gli abstract di presentazione presenti nel programma online, ci sono cose da non perdere! Prendersi qualche minuto per leggere e analizzare il programma è un buon esercizio anche per rendersi conto di quanto sia alta la voglia di valorizzare, sperimentare e innovare da parte di tanti professionisti della cultura, nonostante mille problemi.

MWF2014 è organizzato dai Musei Civici di Firenze in collaborazione con la Fondazione per la Ricerca e l’Innovazione dell’Università di Firenze e il PIN – Polo Universitario Città di Prato. Il main sponsor è D’Uva Workshop.  

Dopo la data fiorentina, la Conferenza Museums and the Web farà tappa a Baltimora dal 2 al 5 aprile.