“Se tutto va bene per le riforme ci vorranno tra i 18 e i 24 mesi. E dunque ci vuole un governo forte e autorevole. O altrimenti creiamo la strada più breve per andare al voto, il che significa fare una riforma elettorale visto che non può essere l’Italicum, un sistema pensato per funzionare con una sola Camera”. Così il bersaniano Alfredo D’Attorre nel suo intervento alla direzione Pd a Roma. Per il buon esito delle riforme, dunque, “serve un cambio di passo che non si fa a prescindere da un impegno convinto e totale del Pd”  di Manolo Lanaro