Casaleggio? Mi fa orrore, mi viene mi viene in mente un istituto psicoanalitico che aveva messo su Göring a Berlino durante il nazismo, il Göring Institute. Facevano il lavaggio del cervello agli aviatori della Luftwaffe, siamo a quel livello lì”. Lo afferma ai microfoni de “La Zanzara”, su Radio24, Paolo Crepet, che spiega: “All’epoca c’era bisogno di qualcuno che annientasse quei cervelli, perché era meglio non pensare quando si andava a bombardare. Non ho mai sentito Grillo dire qualcosa in contrario a Casaleggio” – continua – “e questo mi fa terrore, come qualsiasi coercizione. Io sono nato democratico, appartengo a una generazione di antifascisti”. E aggiunge: “Grillo urla e chi urla di solito è impotente, ha una forma di impotenza. Chi più urla, chi più mena, chi più usa violenza lo fa per impotenza. Lo stupratore, ad esempio, è un impotente. Grillo non riesce a farsi sentire parlando normalmente, questo è un difetto mentale”. Crepet rincara la dose anche sul Movimento 5 Stelle: “Mi ricordano le “istituzioni totali”, cioè quei luoghi, come conventi, prigioni, manicomi, caserme, dove, non essendoci libertà, la comunicazione tra gli ospiti diventa esacerbata e piena di fantasie e di cose irrealizzabili. Quelli del M5S mi sembrano delle persone costrette, non libere. C’è l’idea che il sesso debba essere violento e che per parlare di sesso bisogna usare lo stupro. E’ inquietante“. E sottolinea: “I grillini non sono liberi, vivono in pezzi di convento dove non c’è vita, ma solo costrizione. Siamo molto, molto vicini alle sette. La programmazione linguistica si fa a chi non ha la lingua e a chi non ha la testa”. Lo psicologo poi accusa la Rai: “Chiudano “Porta a Porta”, io ci vado tre quattro volte l’anno, vi assicuro che per quello che mi danno…ci vado anche in motorino per non far pagare la Rai. Mi danno 750 euro lordi. Questo è un Paese dove se hai la quinta di reggiseno guadagni molto, se sei laureato ad Harvard 750 lordi. Ma va bene cosi” di Gisella Ruccia