Augias? Una persona brutta dentro, uno che inganna il popolo usando il proprio carisma, la propria scienza. Il male assoluto“. Lo dichiara a ‘La Zanzara’, su Radio24, Francesco Neri, l’attivista del Movimento 5 Stelle di Zagarolo che ha bruciato un libro di Corrado Augias dopo l’intervento dello scrittore a ‘Le Invasioni Barbariche’, su La7. “Ho conosciuto di persona Corrado Augias” – continua – “mi ha venduto lui il libro, mi ha fatto anche l’autografo. Poi a ‘Le Invasioni barbariche’ l’ho sentito mentire scientemente, perché Augias è uno che sa, ho bruciato il libro, perché era l’unica cosa sua che avevo. Se avessi avuto un calzino di Augias, avrei bruciato anche quello”. E sottolinea: “Dal suo attico di Parigi ha definito fascisti quelli del M5S. Troppo comodo. Secondo me fascista è lui. E quindi io ho bruciato un libro fascista“. Sulle distanze prese da Beppe Grillo, Neri osserva: “Forse pensa che la mia mossa è negativa per il Movimento. Lo posso capire. Però a me va bene tutto quello che dice, finora non si è mai sbagliato