La cucina italiana piace agli americani, e anche ai loro cani. Sarà infatti “made in Italy” il pet food che potranno gustare gli amici a quattro zampe Oltreoceano. Crocchette per una dieta mediterranea, anche nella ciotola di Lilli e il vagabondo Biagio. A ricevere il via libera all’esportazione dei prodotti, la Sanypet, società di Bagnoli di Sopra, in provincia di Padova, fondata nel 1996 dal medico veterinario esperto in patologie legate all’alimentazione, omeopatia e medicina naturale Sergio Canello, e specializzata nella produzione di alimenti dietetici per cani e gatti. È la prima azienda in Europa ad aver passato tutti i test dell’United States Departement of Agricolture.

Una bella soddisfazione essere riusciti a convincere gli ispettori americani, che sono molto severi in materia, passando diversi esami di qualità e igiene. E un bel colpo: il mercato statunitense del pet food, cioè il mangime per animali domestici, è il primo al mondo, e ha un giro di affari superiore ai 21 miliardi di dollari.

«È un passaggio importante per la nostra azienda» ha commentato l’amministratore delegato di Sanypet Massimo Parise «ma anche per tutto il settore italiano del pet food». Sanypet, con un fatturato di circa 18 milioni di euro in Italia, ora si prepara a conquistare il mercato degli States. È già avviata una succursale in Florida, pronta per creare la rete commerciale di vendita negli Usa.

(Le immagini sono tratte dalla pagina Facebook di Sanypet)

www.puntarellarossa.it