Il più rilevante esponente del fascio-comunismo italiano, il sindaco Pd di Salerno Vincenzo De Luca, amministratore ventennale della città e viceministro alla Infrastrutture alla fine è decaduto dalla carica di primo cittadino. Non per sua volontà, ma grazie ad un tribunale che ha ha dato ragione ai parlamentari cinque stelle e ha dichiarato incompatibile la carica di sindaco e quella di viceministro per le infrastrutture, in sostanza: Un poltronista abusivo  di Antonello Caporale