L’ex Capo di Stato di San Marino, Pietro Berti, è stato arrestato con l’accusa di molestie sessuali. Berti, 46 anni, è medico di base e, secondo le denunce di alcune pazienti, si sarebbe reso protagonista di molestie a sfondo sessuale di vario tipo. Berti è stato arrestato suordine del commissario della legge, Laura Di Bona. Il professionista è una personalità conosciuta a San Marino anche per il suo impegno di parlamentare tra le fila del Partito democratico cristiano sammarinese (Pdcs). Dipendente dell’Iss-Istituto di sicurezza sociale è in servizio come medico di base a Serravalle. Dopo una serie di esposti alla magistratura da parte di diverse pazienti, è stato fermato ieri sera dalla polizia giudiziaria sammarinese. Secondo le denunce delle donne visite dal professionista sammarinese, anche a fronte di un mal di gola, il medico chiedeva alle pazienti di spogliarsi. Le pazienti – stando alle accuse – si sono trovate, spesso, di fronte ad apprezzamenti sulla biancheria intima, palpatine e vere e proprie carezze a sfondo sessuale. Sposato con una parlamentare del gruppo democristiano, Berti è stato parlamentare, Reggente e quindi capo di stato a San Marino, presidente della commissione parlamentare contro la droga con svariati cariche per la Dc.