“Berlusconi ha subito un’ingiustizia e lo ha riconosciuto indirettamente anche Renzi: lui sa che Berlusconi è innocente. Non avrebbe fatto un atto del genere se non avesse saputo che uno come Kobobo (Kabobo, ndr) è fuori, mentre la giustizia italiana vorrebbe incarcerare Berlusconi”. Sono le parole pronunciate da Michaela Biancofiore ai microfoni de “La Zanzara”, su Radio24. La pasionaria di Forza Italia si concede in un’intervista fluviale, in cui paragona il Cavaliere a Napoleone, esprime ammirazione per Matteo Renzi (“si è dimostrato uno con le palle e onesto intellettualmente, perché ha riconosciuto che Berlusconi è legittimato da 10 milioni di elettori”) e dà il suo solito affondo sulla magistratura: “Kabobo è fuori dal carcere perché è matto? Sì, sono tutti matti, come quello che ha tirato la statuetta in faccia a Berlusconi. Il reato per cui è condannato il presidente è un’ipotesi di reato, senza prove, quindi per questo siamo proprio alla follia. I giudici sono più indulgenti con gli assassini che con Berlusconi: questo è sotto gli occhi di tutti. E io sono sempre stata dalla parte della magistratura, sono molto poco garantista, sono cresciuta in una Procura della Repubblica”. E aggiunge: “Sarà poi il popolo italiano a giudicare. Uno dei magistrati che in Corte d’Appello ha condannato Berlusconi per il processo sui diritti tv Mediaset si occupava anche dello scioglimento dei bambini dentro l’acido per conto della mafia e della ‘ndràngheta. Non ha portato avanti questo processo, ma ha portato avanti celermente quello di Berlusconi”. Caustico anche il commento su Angelino Alfano: “E’ uno che non decide mai, galleggia e fa decidere agli altri. Tra lui e Renzi voterei indubbiamente il secondo. Il leader del Pd mi piace da da tempo, siamo della stessa generazione, ha affinità elettive con me e con Berlusconi”. La Biancofiore poi commenta le parole rese da Daniela Santanchè a “La Zanzara” (“Mi sono concessa pochissimo. Mi fa godere non darla”): “Ha ragione, però hanno più successo quelle che la danno in giro molto spesso. Loro infatti sono considerate dagli uomini più fighe, delle prede inafferrabili. Allo stesso modo, sono considerati strafighi gli uomini che hanno molte donne. Per me invece sono importanti la fedeltà, la lealtà, la semina di un rapporto che pianti in un vaso”. Sullo scandalo coniugale del presidente francese dichiara: “Hollande si è comportato decisamente peggio di Berlusconi, perché l’ha fatta sotto gli occhi della moglie“. E infine rivela: “C’è stato un tentativo serio di accoppiamento tra Dudù e il mio carlino Puggy. Dudù, da buon “uomo” di quella famiglia, ha approfittato del fatto che Puggy era in calore. L’ho visto in erezione. Posso assicurare che Dudù non è gaydi Gisella Ruccia