Manifestazione nazionale a Roma dei Movimenti per la Casa e degli autoferrotranviari che oggi sono scesi in piazza insieme contro la privatizzazione dei servizi pubblici. A Roma da Porta Pia è partito il corteo degli studenti, immigrati e disoccupati contro gli sgomberi e a favore di un potenziamento dell’edilizia popolare nella Capitale. Piazza Santi Apostoli è la destinazione finale. All’altezza di via Cavour i manifestanti si uniscono al corteo organizzato dal nuovo sindacato Cambia­Menti M410 guidato da Micaela Quintavalle che si oppone alle privatizzazioni e ai contratti meno garantiti nel settore dei trasporti. Lo scoppio di un petardo allarma la nuova leader degli autoferrotranviari: “Se manifestate con noi, lo fate in maniera pacifica ­ è il monito di Micaela agli organizzatori del corteo per la casa ­ io credo nelle rivoluzioni pacifiche, alcune iniziative di oggi, come il blocco dell’ingresso delle Metro per far viaggiare i passeggeri gratis non mi sono piaciute”.  Entrando nel cuore del corteo, l’entusiasmo tra gli autisti di mezzi pubblici è palpabile: “Crediamo in Micaela, la politica pensa che la privatizzazione sia la soluzione di tutti i mali, anche i sindacati tradizionali non ci rappresentano più ”  di Irene Buscemi