Il convegno di Saronno del ministro per l’Integrazione è stato accompagnato dalle solite contestazioni del Carroccio. Imponente il dispiegamento di forze dell’ordine, il presidio di protesta tuttavia non ha generato tensioni, i militanti leghisti e gli esponenti di altri movimenti si sono limitati ad esporre cartelli e striscioni contro lo Ius soli e a difesa della legge Bossi-Fini  di Alessandro Madron