Il M5S boccia senza appello la difesa del ministro Nunzia De Girolamo: “Chiediamo alla presidente Boldrini di fare il possibile per calendarizzare il prima possibile la nostra mozione di sfiducia” afferma la deputata Silvia Giordano che attacca il Pd – “ha presentato un’interrogazione totalmente inutile e ha fatto gioco alla posizione del ministro” e giustifica la scarsa presenza di deputati pentastellati in Aula: “Il nostro gruppo aveva deciso di non partecipare e dopo le parole inutili del ministro è stato giusto così”. Per Alessio Villarosa: “Sono vent’anni che questi politici corrotti vengono scoperti e alla fine ci dicono non c’entriamo niente, sono state estrapolate frasi da un discorso più complicato, non è che non ci crede il M5S, non ci credono più i cittadini italiani”. “Il ministro non poteva convincere nessuno, qui si tratta di un discorso di eticità che va al di là di quello che potrà stabilire la magistratura, qui si tratta di avere una morale, una etica attraverso una rappresentenza onesta dei cittadini in Parlamento ” afferma Sebastiano Barbanti  di Manolo Lanaro